Normativa sullo svolgimento della professione di Operatore Olistico e Coach professionista

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROFESSIONI NON ORGANIZZATE

normativa

A seguito del varo da parte del parlamento della legge 14 gennaio 2013, n.4, "in materia di professioni non organizzate" il Coaching è stato inserito tra le professioni intellettuali, per esercitare le quali non è necessario seguire alcun iter specifico, ma è ovviamente altamente consigliabile seguire un percorso di studio e crescita personale presso una scuola qualificata.

La normativa lascia poi al singolo professionista la facoltà di qualificarsi professionalmente intraprendendo un percorso di attestazione professionale presso un'associazione professionale di categoria o attraverso la cosiddetta autoregolamentazione volontaria.

Vengono di seguito riportati quelli che sono gli elementi più importanti della suddetta legge:

  • a partire dal 10 febbraio 2013, chiunque svolga una delle professioni riconducibili alla legge è tenuto ad indicare in ogni documento e nel rapporto scritto con il cliente (fattura, ricevuta, ecc.) il riferimento alla legge. L'inadempimento rientra tra le pratiche commerciali scorrette tra professionisti e consumatori e l'inosservanza è sanzionata con pene pecuniarie importanti. La dicitura da inserire nei vari documenti (ricevute, e-mail, consenso informato e materiale informativo) è:"Disciplinato ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n.4 (G.U. 26 gennaio 2013, n. 22)";
la legge in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi non obbliga l'iscrizione ad Associazioni di Categoria Professionali o a enti come la UNI. E' una libera scelta del professionista quella di preferire un'attestazione della propria qualifica da parte di un'associazione di categoria professionale; 
  • la legge in materia di professioni non organizzate in ordini o collegi non obbliga l'iscrizione ad Associazioni di Categoria Professionali o a enti come la UNI. E' una libera scelta del professionista quella di preferire un'attestazione della propria qualifica da parte di un'associazione di categoria professionale;
     
  • la legge permetterà al cliente di poter verificare nei siti delle associazioni di categoria se il suo professionista è "attestato" e in regola con gli aggiornamenti professionali richiesti dalla normativa europea;
     
  • le associazioni professionali hanno il compito di valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche per agevolare la scelta e la tutela degli utenti;
     
  • l'iscrizione ad una associazione professionale accreditata attesta che l'Operatore rispetta gli standard qualitativi e di qualificazione professionale secondo i principi ed i criteri stabiliti dall'Unione europea;

 

Consulta o scarica il testo completo della legge:




https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/01/26/13G00021/sg








lectus rutrum eget.